|||
Fondo Circolo di Via De Amicis 17 | Archivio Aldo Aniasi

Fondo Circolo di Via De Amicis 17 (1966 dicembre 2 - 2005 dicembre 12)

Fondo

869 unità archivistiche collegate (totale del complesso)

Consistenza: N. 127 faldoni N. 869 fascicoli

Il fondo archivistico Circolo di Via De Amicis 17 conserva tutta la documentazione riguardante l'attività del Circolo, dal 1968 fino agli anni 2000.
Si compone di 127 faldoni: al loro interno la documentazione è stata organizzata in ordine cronologico e suddivisa in fascicoli, corrispondenti alle diverse e molte manifestazioni, eventi, incontri e dibattiti tenutisi al Circolo. Mentre una parte dei faldoni è stata organizzata al fine di raccogliere e conservare esclusivamente gli inviti di questi eventi.
La documentazione è varia e in ogni fascicolo possiamo trovare le carte relative all'organizzazione e amministrazione di ogni evento, insieme agli inviti, alla corrispondenza, alla rassegna stampa dedicata e, spesso, alla trascrizione dei diversi interventi delle personalità invitate agli incontri.

Tra le carte del Circolo si possono trovare anche i documenti relativi al Centro Promozione Iniziative Sociali – CEPIS Sezione Regionale della Lombardia, costituito il 12 maggio 1964, presidente Aldo Aniasi, con lo scopo di promuovere, sostenere e incoraggiare ogni iniziativa che contribuisca alla elevazione culturale e ad una maggiore consapevolezza e responsabilità sociale dei singoli e della comunità. Si proponeva di soddisfare alcune delle molteplici esigenze della vita sociale nei quartieri periferici attraverso l’istituzione e il coordinamento di centri e circoli culturali che, in stretta connessione con il decentramento amministrativo, favoriscano la partecipazione dei cittadini al governo della vita pubblica.
Per questo motivo l’attività del CEPIS e del Circolo trovano spesso punti di contatto, soprattutto nella realizzazione di quegli scopi comuni relativi a all’elevazione morale e intellettuale di lavoratori e cittadini.
Viene così giustificata la presenza di carte antecedenti alla costituzione del Circolo.

Altra numerosa documentazione riguarda la corrispondenza e i rapporti con i diversi circoli culturali di Milano; il Circolo infatti si proponeva di allargare la propria attività anche a favore di quelle organizzazioni o associazioni che, prive di sedi adeguate, fossero alla ricerca di un luogo adatto per svolgere la propria attività.

Soggetti conservatori

Soggetti produttori

Progetti